Blind Walk è un progetto ideato per la sezione Eventi Collaterali de Il Giardino Planetario. Coltivare la Coesistenza. Manifesta 12, Palermo. Il lavoro nasce da una collaborazione con Santo Graziano e Peppino Re, due amici palermitani ciechi dalla nascita. Si tratta di un racconto sonoro in forma di audio guida, scaricabile su smartphone, da ascoltare attraversando i luoghi descritti. 

Visita il progetto online

Questo racconto è il risultato di una serie di interviste registrate prima della manifestazione, che sono state poi trascritte, montate e rilette dagli artisti stessi.

Il percorso parte da Piazza Magione, accanto al Teatro Garibaldi, quartier generale e biglietteria di Manifesta12 e termina all’Albergheria, passando per i luoghi dove i due protagonisti della storia abitavano durante gli anni dell’università.

Accompagnandoci per mano in un viaggio attraverso l’oscurità, Santo e Peppino ci offrono due punti di vista speciali per aiutarci a riflettere sulla conoscenza del mondo e la consapevolezza di noi stessi.

Nel parlarci delle loro vite, del loro modo di sognare, ricordare e percepire, le due voci narranti ci svelano una Palermo personale e fuori dagli schemi, dove i ricordi della vita universitaria e della lotta politica si sovrappongono all’esperienza del quotidiano; dove la percezione dell’arte si mescola a quella della notte e dove, soprattutto, il problema dell’assenza della vista si risolve nella presenza di una ricchezza di stimoli e codici attraverso i quali è possibile comprendere il mondo che ci circonda.


Un mio caro e vecchio amico non vedente ha da tanti anni un bravissimo cane, che ha perduto anche lui la vista, e ora si guidano a vicenda è il titolo della seconda parte del progetto che consiste in una serie una serie di visite guidate (per vedenti e ipovedenti), condotte da Santo Graziano e Peppino Re alla sezione Garden of Flows di Manifesta 12, situata nell’Orto Botanico di Palermo.

La collaborazione con Santo Graziano e Peppino Re nasce nel 2006 con il progetto la città negata